"CHOOSE LOVE" Film e Incontro con l'Autore Thomas Torelli - sabato 9 marzo

Uno straordinario evento organizzato dalla Promovies alla presenza dell'autore e regista Thomas Torelli che sarà presente in sala, incontrerà e si intratterrà con il pubblico.
L'appuntamento è per sabato 9 marzo alle ore 17 presso l'auditorium del Centro Culturale Altinate / S. Gaetano in via Altinate, 71 a Padova. 

In programma anche la proiezione in prima visione del film "Choose Love" il percorso che ognuno di noi dovrebbe fare scegliendo ogni giorno, in ogni istante un atteggiamento nei confronti del prossimo e della vita. Un percorso di apertura, di perdono, di amore. Sono le uniche scelte che ci permettono una vita serena, sana e in grado di creare un modello di società diverso.
Ogni giorno siamo chiamati a compiere decine di scelte. Quelle che presuppongono un rapporto con gli altri dovrebbero essere dettate solo dall’amore, solo così potremmo aspirare ad una vita più serena, nonostante le complicazioni emotive. Come fecero grandi personaggi della storia, da Mahatma Gandhi con la filosofia della non violenza a Nelson Mandela che dopo 27 anni di ingiusta prigionia capì che l’unico modo per creare un nuovo Sud Africa era quello dell’integrazione e del perdono. Vendicare gli innumerevoli soprusi avrebbe creato una spirale di odio che avrebbe portato la nazione allo sfacelo, lui scelse l’amore e questo fu di esempio per milioni di persone.
Diversamente dal precedente lavoro, "Un altro mondo", con il quale si sono portati alla luce i legami nascosti tra le cose e l’importanza di un atteggiamento spirituale in grado di generare consapevolezza e cambiamento; questo nuovo film ne è la diretta conseguenza, o se vogliamo il passo successivo.
Questo viaggio sarà affrontato da diversi punti di vista: dal punto di vista antropologico, filosofico, spirituale e medico. Quello medico lo affidiamo per esempio a Deepak Chopra nella frase “Smettila di avere ragione”. Affermazione semplice e geniale che nel film viene spiegata. Se la gente smettesse di avere ragione, non ci sarebbe più bisogno di discutere, di combattere. Sarebbe una vita a l’insegna della felicità e perché no, anche del benessere. A tal proposito, è stato importante il contributo dello scienziato Bruce Lipton, scopritore dell’epigenetica, riguardo la possibilità che il pensiero e le emozioni possano modificare i geni umani, e quindi il DNA. Rispetto a "Un altro mondo" il linguaggio sarà differente, in quanto i protagonisti saranno anche persone comuni che sono riuscite ad andare oltre, persone che sono riuscite a superare episodi drammatici scegliendo l’amore.
Tra tutte, una superstite del genocidio tra Hutu e Tutsi in Ruanda, che durante il processo contro chi gli aveva sterminato la famiglia, si alzò in piedi assolvendo i carnefici. Da li cominciò un percorso che la portò a scrivere un libro e a raccontare la sua storia a milioni di persone, fino alla candidatura nel 2010 al Nobel per la pace.
Ogni giorno, ognuno di noi si trova davanti alla possibilità di scegliere: scegliere di vendicarsi, arrabbiarsi.

Ogni giorno possiamo e dobbiamo scegliere l’amore, lasciar andare la rabbia, smettere di avere ragione.
Facciamo fiorire la pace nei nostri cuori, perché solo così facendo fioriranno i cuori che tocchiamo con il nostro esempio. Questo è quello che creerà un altro mondo. 
Scegli anche tu, scegli l’amore.

EVENTO SPECIALE di CINEMA E ARTE - sabato 22 dicembre ore 17,30

LORENZO LOTTO VIAGGIO NELLA CRISI DEL RINASCIMENTO

Incontro con lo storico dell'arte
Enrico Maria Dal Pozzolo
e
Proiezione in anteprima del docu-film sul pittore veneziano Lorenzo Lotto (1480-1557)


Centro Culturale Altinate / S. Gaetano - Padova
via  Altinate, 71 - Ingresso libero

 Un nuovo interessante appuntamento culturale di Cinema & Arte, è organizzato dalla Promovies. Dopo quelli dedicati alle figure ed alle opere di Giotto, Van Gogh e Giorgione - presentati all’Arena Romana durante la rassegna estiva - ecco un’altra imperdibile serata speciale sul tema.
In programma la Proiezione in anteprima del documentario “Lorenzo Lotto - Viaggio nella crisi del Rinascimento” del regista romano Luca Criscenti e l’Incontro con il pubblico con Enrico Maria Dal Pozzolo, l’affermato storico dell’arte padovano che è docente di Storia dell’Arte Moderna all’Università di Verona ed è curatore di prestigiose iniziative espositive a livello internazionale, come le due recenti mostre su Lorenzo Lotto a Macerata, sulla produzione marchigiana dell’artista (per conto della Regione Marche) e quelle attualmente in corso al Prado di Madrid e alla National Gallery di Londra sui suoi Ritratti.
Lorenzo Lotto nato a Venezia nel 1480 e morto a Loreto nel 1556/1557, è stato un pittore italiano dalla vita singolare, che ha dato vita ad un’arte singolare. Fu tra i principali esponenti del Rinascimento veneziano del primo ‘500, sebbene la sua indole originale e anticonformista lo abbia portato presto a una sorta di emarginazione dal contesto lagunare, dominato in quel periodo dal Tiziano. Lotto così decise di spostarsi dal Veneto, accendendo con il suo esempio le scuole di zone considerate periferiche rispetto ai grandi centri artistici, come Bergamo e le Marche. La sua vicenda umana fu talvolta segnata da cocenti insuccessi e amare delusioni - in parte colmati dalla rivalutazione nella critica moderna - che fanno della sua figura un soggetto sofferto, introverso e umorale, di grande modernità.
Il film documentario le narra in maniera intrecciata, con riprese originali realizzate in un coinvolgente formato cinematografico digitale in 4K. Lo fa partendo dalla conclusione della vita dell’artista, dal suo rifugio, nel Santuario di Loreto, dove Lotto morì silenziosamente, a 76 anni, nel 1556.
Veneziano d’origine - ma attivo a Treviso, a Roma, a Bergamo e soprattutto nelle Marche -, Lotto ebbe una produzione intensissima, caratterizzata sempre da una creatività sorprendente e arguta. Nel film si presentano una sessantina di opere, tra tele, ritratti e pale d’altare: circa un terzo dei suoi lavori giunti fino a noi. Lavori che si mostrano nel loro contesto, nei luoghi dove si conservano e per i quali, molto spesso, sono stati realizzati, e che documentano i voli pindarici di un uomo che gustò il successo e la sconfitta, e che assistette inerme alla crisi dei valori del Rinascimento italiano nei quali si era formato. Ciò avvenne, tra la fine del ’400 e l’avvio del ’500, in una Venezia all’apice del suo strapotere culturale e a Treviso, dove fu al fianco del Vescovo Bernardo De’ Rossi e di umanisti di spicco come Giovanni Aurelio Augurello e Girolamo Bologni. Il film documentario è stato realizzato nell’ambito del progetto espositivo “Lorenzo Lotto. Il Richiamo delle Marche”, anche in funzione della collaborazione internazionale che l’evento ha sviluppato con il Museo del Prado Madrid e con la National Gallery di Londra, dove il documentario verrà proiettato e dove è in corso un’altra importante esposizione sui ritratti del grande maestro veneziano.

 Enrico Maria Dal Pozzolo, padovano, insegna Storia dell'arte moderna all’Università di Verona. Si occupa in prevalenza di pittura veneta dal XV al XVIII secolo. Ha scritto molti libri e saggi, apparsi su riviste nazionali e internazionali. Ha curato varie iniziative espositive, tra cui quella su Giorgione a Castelfranco Veneto (2009-10), una su Venezia e l’Egitto a Palazzo Ducale a Venezia (2012), una su Andrea Schiavone al Museo Correr a Venezia (2015), una sulla ritrattistica d'amore a Palazzo Venezia e a Castel Sant’Angelo a Roma (2018) e recentemente due su Lorenzo Lotto: a Macerata, sulla produzione marchigiana (per conto della Regione Marche), e al Prado di Madrid e alla National Gallery di Londra sui suoi Ritratti (attualmente in corso).

 

THE ORIGINAL AMERICAN GOSPEL 2018 - sabato 29 dicembre - ore 21,00

DAVVERO  UN GRANDE SUCCESSO, GRAZIE A TUTTI!!! 

Direttamente dagli Stati Uniti d’America (Nebraska)  è giunto per una esclusiva europea a Padova “The Original American Gospel” l’evento musicale per le Feste di Natale organizzato dalla Promovies ed inserito nella sua 31° Stagione Teatrale e Musicale 2018-2019, un appuntamento realizzato in collaborazione con  il Comune di Padova e Veneto Padova Spettacoli, un imperdibile concerto, un incontro con la musica gospel-originale che dal 2009 ogni anno vede alternarsi una formazione “originale” e d.o.c. con musicisti e cantanti americani di grande fama ed eccellenza.  
Protagonista l’eccellente formazione afro-americana che vede sul palco Markey Montague(tastiere e voce) ed i Fellowship (Ocie Jackson voce, Ceaira Dunn voce,  Cedric Nunley voce).

 Anania “Markey” Montague è seguace di Gesù Cristo e un compositore, regista e insegnante di musica gospel.
Attualmente è il ministro di Musica e Belle Arti per la Chiesa Battista di Salem a Omaha, Nebraska di cui è direttore musicale del coro. Originario di Chicago, la vita di Markey è stata modellata dal ricco patrimonio musicale gospel della sua città natale. Impara a suonare le percussioni all'età di quattro e poi autodidatta a suonare l’organo e la tastiera. Markey dopo anni in tour sia negli USA che in Italia ed Europa, miscela sapientemente musiche tradizionali e gospel contemporaneo.
Il suo talento, sia come compositore che come interprete e solista, gli ha dato l'opportunità di collaborare con diversi artisti di rilievo del panorama gospel internazionale come Lamar Campbell, Rodnie Bryant, Kim McFarland, Vickie Winans e Richard Smallwood. Un virtuoso creativo,  Ananias Markey Montague ha composto e ha scritto canzoni originali x numerosi artisti di fama internazionale. Dopo il suo ultimo tour europeo del 2017 Markey arriva in Italia con una formazione di 4 elementi estratta Salem Baptist Mass Choir di cui è direttore e  che vanta collaborazioni di prestigio con artisti del calibro di Kirk Carr, Byron Cage ed il Mississippi Mass Choir. 
Da ricordare anche l’organizzazione annuale di “campus estivi” della durata di 6 settimane atti ad educare, formare e ispirare la gioventù di Omaha e i giovani adulti nella musica, nel campo delle arti grafiche, songwriting, danza, canto.

UNA CITTA' PER IL CINEMA

L'intervento di Gianni Vitale in occasione dell'incontro organizzato alla Fiera delle Parole a Palazzo Moroni.